top of page
Cerca
  • Luca Maggiore

Guarda babbo!


Andrea ha imparato ad andare in bicicletta.

Meglio tardi che mai, ma non glielo dico. Ognuno ha i propri tempi.

Ora va che non gli sembra vero.

Può gustarsi il mondo a un'altra velocità, dirigere il proprio destino nella direzione scelta dalle manovre impresse al manubrio.

Suda e sorride.

C'è il "Guarda babbo!" classico di un figlio che realizza un sogno e desidera con tutto il cuore che il genitore sia lì, a fare da testimone.

"Bravo amore mio, sei il numero uno!"

Gli tributo pure un applauso.

Adesso Andrea vuole andare, girare, vagare a cavallo della sua due ruote, alla scoperta di strade nuove e nuovi orizzonti.

Un brivido che, spero, gli passi il più tardi possibile.

Ha girato e rigirato in cerchio, nell'ingresso del palazzo, totalizzando una trentina di chilometri netti. E' rosso come un peperone e l'espressione sul suo viso è una domanda inaspettata: "Ma quanto è bella la vita?".

Pedala che pare voglia produrre energia a vuoto, una dinamo umana, che a guardarlo mi verrebbe di rispolverare la bici e mettermi sulla sua scia per farmi energia a mia volta.

Già...

La libertà in un cerchio.

"Guarda babbo!"

LM

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Grazie!

コメント


bottom of page